stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
Gestione del servizio energia - biennio 2010/2012
Mar 24 Ago 2010


STAZIONE APPALTANTE: Comune di Barge, Piazza Garibaldi n. 11, 12032 Barge, tel. 0175/347600- telefax 0175/343623- e-mail: barge@comune.barge.cn.it


 

PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE: i servizi verranno aggiudicati mediante procedura aperta al prezzo più basso da determinarsi con offerta a prezzi unitari. Il presente appalto riguarda un contratto misto ai sensi dell’articolo 14 del D. Lgs. 163/2006. E’ considerato appalto pubblico di servizi in quanto i lavori previsti nel capitolato speciale d’appalto sono meramente accessori rispetto al servizio.

 

OGGETTO DELL’APPALTO: "Servizio energia" degli impianti di produzione e distribuzione dei fluidi primari, così come definito dall’art. 1, comma 1, lettera p) del D.P.R. 412/1993 e s.m.i. Categoria: n. 27 "Altri servizi" di cui all’allegato II del D.Lgs. 163/06.

 

DURATA DEL CONTRATTO: 2 anni. L’avvio del servizio aggiudicato potrà essere posticipato rispetto all’inizio previsto, in relazione alle vicende temporali correlate a: stipula contratto, possibilità di anticipazione del servizio, contenziosi correlati alla gara, il tutto con riferimento al D.Lgs. 53/2010, e ció senza che l’aggiudicatario possa pretendere indennità o compensazioni di sorta, anche quando le vicende menzionate dovessero comportare una riduzione del biennio di durata del servizio. Il Comune di Barge, peraltro, si riserva di traslare la minore durata contrattuale, su periodo temporale successivo. L’appaltatore, dietro richiesta scritta del Comune, su conforme provvedimento, dovrà proseguire nell’espletamento dei servizi oggetto dell’appalto fino all’entrata in servizio della nuova ditta appaltatrice e comunque per un periodo di tempo non superiore a mesi sei ("proroga tecnica"), alle stesse condizioni economiche ed operative del capitolato, mantenendo la piena ed esclusiva responsabilità dell’espletamento di tutte le attività oggetto dell’appalto.

 

 


IMPORTO A BASE DI GARA:

 




  •  


    importo a base di gara (compresi oneri di sicurezza): euro 96.492,65 per ciascun anno



  •  


    oneri di sicurezza non soggetti a ribasso: euro 1.852,61 per ciascun anno



  •  


    importo netto a base di gara: euro 94.640,04



 

 


IMPORTO PER I DUE ANNI DI DURATA DEL CONTRATTO:

 




  •  


    importo complessivo a base di gara (compresi gli oneri di sicurezza): euro 192.985,30



  •  


    oneri di sicurezza non soggetti a ribasso: euro 3.705,22



  •  


    importo netto a base di gara: euro 189.280,08



 

MODALITA’ DI DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO: partea corpo e parte a misura

 

TERMINE DI ESECUZIONE: ai sensi del capitolato speciale d’appalto.

 

MODALITA’ DI FINANZIAMENTO: Fondi propri senza ricorso al credito.

 

MODALITA’ DI PAGAMENTO: pagamenti ai sensi dell’art. 25 del capitolato speciale d’appalto.

 

SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: Sono ammessi alla gara i soggetti di cui all’art. 34 lettere a), b), c), d) e) ed f) dell’art. 34, comma 1, del D.Lgs 12.4.2006, n. 163. Sono altresì ammessi alla gara i soggetti di cui all’art. 34, comma 1, lettere d) ed e) del D.Lgs n. 163/06, anche se non ancora costituiti. Ai soggetti di cui alle succitate lettere d), e) ed f) si applicano le disposizioni di cui all’art. 37 del D.lgs 163/06 nonché quelle dell’art. 95 del D.P.R. n. 554/1999 e s.m.i., in particolare per quanto attiene al conferimento alla mandataria di mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza.

 

SUBAPPALTO: L’appaltatore è tenuto ad eseguire in proprio il servizio oggetto del contratto. Il contratto non puó essere ceduto a pena di nullità, salvo quanto previsto dall’art. 116 del D.lgs. 163/2006. E’ consentito, previa autorizzazione della stazione appaltante, il subappalto per i soli lavori di manutenzione straordinaria, degli interventi di adeguamento normativo e dell’installazione del sistema di controllo remoto.Il subappalto è regolamentato dall’art. 118 del D.Lgs 163/06 e dall’art. 141 del regolamento generale. L’impresa ha l’obbligo all’atto dell’offerta di indicare i lavori o le parti di opere che intende subappaltare o concedere a cottimo. In caso di subappalto l’aggiudicatario è tenuto a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti via via corrisposti al subappaltatore o cottimista, con l’indicazione delle ritenute di garanzia effettuate.

 

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:

REQUISITI di ordine generale:



  • possesso dei requisiti di cui all’art. 38 del D.Lgs 163/2006.



  • Iscrizione alla Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura.



REQUISITI di ordine speciale:

 


Requisiti di capacità economica e finanziaria.

 




  • Realizzazione negli ultimi tre esercizi antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara (2009/2008/2007) di un fatturato relativo ai servizi nel settore oggetto della gara non inferiore a complessivi euro 193.000,00. Per servizi nel settore oggetto della gara di intende "Servizio energia" degli impianti di produzione e distribuzione dei fluidi primari, così come definito dall’art. 1, comma 1, lettera p) del D.P.R. 412/1993 e s.m.i.



 


Requisiti di capacità tecnica.

 




  • Servizio analogo a quello oggetto di gara, oggetto di un unico contratto, effettuato nel triennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando di importo non inferiore ad euro 193.000,00. Il servizio analogo valutabile è quello iniziato e ultimato nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando, ovvero la parte di esso ultimata nello stesso periodo per il caso di servizio iniziato in epoca precedente, nonché la sola parte eseguita e contabilizzata dalla stazione appaltante in caso di servizio in corso di esecuzione. Per servizio analogo si intende "Servizio energia" degli impianti di produzione e distribuzione dei fluidi primari, così come definito dall’art. 1, comma 1, lettera p) del D.P.R. 412/1993 e s.m.i.



  • Abilitazione alla conduzione degli impianti di cui all’art. 287 del D.Lgs 152/2006.



  • Requisiti di cui all’art. 11, comma 3, del D.P.R. 412/1993 e s.m.i. per l’assunzione del ruolo del "Terzo responsabile dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto termico".



  • Requisiti di cui al D.M. 22.1.2008, n. 37.



 

 


SOPRALLUOGO: Al fine di una corretta e ponderata valutazione dell’offerta, da parte di ciascun concorrente dovranno essere effettuati specifici sopralluoghi presso tutti gli immobili su cui è previsto lo svolgimento del servizio e l’esecuzione dei lavori, con lo scopo di prendere esatta cognizione delle condizioni locali che possono influire sulla determinazione dell’offerta. Il sopralluogo ha carattere obbligatorio, a pena di esclusione dalla gara. Le visite potranno avvenire anche congiuntamente ad altre ditte ed ESCLUSIVAMENTE previo appuntamento telefonico al n. 0175/347612-segreteria ufficio tecnico comunale. Gli avvenuti sopralluoghi, che dovranno essere effettuati alla presenza di un tecnico della stazione appaltante, saranno comprovati da un attestato da inserire in originale, a pena di esclusione, nella busta A "documentazione amministrativa" del presente bando.

 


Si precisa che il sopralluogo dovrà essere effettuato esclusivamente da:



  • legale rappresentante o direttore tecnico dell’impresa (muniti di copia del certificato C.C.I.A.A. o altro documento da cui sia desumibile la carica ricoperta);



  • un dipendente dell’impresa, munito di specifica delega con allegata fotocopia di un documento di riconoscimento del delegante e del delegatario;



  • un professionista, anche non dipendente dell’impresa, munito di apposita delega con allegata fotocopia di un documento di riconoscimento del delegante e del delegatario.



Nel caso di raggruppamenti temporanei di imprese o consorzi non ancora formalmente costituiti, la presa visione potrà essere effettuata da una qualsiasi delle imprese che intendono associarsi o consorziarsi.

 

ELABORATI DI GARA E PROGETTUALI: I documenti di gara sono visibili presso l’ufficio tecnico comunale nelle ore d’ufficio (lunedì: 10.30-12.00, martedì: 10.30-12.00 15.00-16.00, mercoledì 10.30-12.00, giovedì 9.00-12.00 15-17, venerdì 10.30-12.00). Al medesimo ufficio, previa prenotazione telefonica al n. 0175/347612, sarà possibile richiedere copia del capitolato e della relazione tecnica e stima lavori, dietro pagamento dell’importo di euro 0,20 per ogni foglio.

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA:

I concorrenti dovranno far pervenire con modalità scelte a loro discrezione e a loro rischio un Plico chiuso e sigillato con ceralacca o altro materiale plastico equipollente, con esclusione di ogni altro mezzo di sigillatura, pena l’esclusione dell’offerta (art. 75 r.d. 827/24), contenente due buste, contrassegnate rispettivamente come: A) documentazione amministrativa, - B) offerta economica, all’indirizzo: COMUNE DI BARGE, Piazza Garibaldi 11- 12032 BARGE entro il termine perentorio delle ore 12,00 del 24 settembre 2010, pena l’esclusione dalla gara. Oltre il suddetto termine non sarà ritenuta valida alcuna offerta, anche se sostitutiva o aggiuntiva di offerte precedenti. Il Plico dovrà chiaramente riportare, oltre al nominativo del destinatario e del mittente, la seguente dicitura: "Offerta per la gara del giorno 27 settembre 2010 ore 9,00 relativo alla gara del Servizio energia degli impianti di produzione e distribuzione dei fluidi biennio 2010/2012". Non si darà corso al Plico pervenuto senza la suddetta dicitura. Resta inteso che il recapito del Plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, esso non giunga a destinazione in tempo utile. Non fa fede la data del timbro postale. In caso di A.T.I. sul Plico andrà indicato il nominativo di tutti i componenti dell’A.T.I.

Nel Plico di cui sopra il concorrente dovrà inserire:

 

 


A) separata busta chiusa e sigillata con ceralacca o altro materiale plastico equipollente, con esclusione di ogni altro mezzo di sigillatura, pena l’esclusione dell’offerta, riportante all’esterno la dicitura " A) documentazione amministrativa", contenente:

 


 

1. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA, contenente le attestazioni indicate nel modello allegato, e comunque completa di tutti i punti indicati nello stesso, resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, accompagnata da copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore, attestanti:



  • il possesso dei requisiti di ordine generale;



  • il possesso dei requisiti di ordine speciale (capacità economico-finanziaria, capacità tecnica).





 



In caso di riunioni di imprese non formalmente costituite, la dichiarazione dovrà essere resa da tutte le imprese riunite, mentre in caso di associazione temporanea di imprese già costituite dovranno essere allegati alla dichiarazione anche il mandato e la procura, quest’ultima risultante da atto pubblico notarile, conferito all’impresa capogruppo dalle imprese mandanti. In caso di consorzi di cui all’art. 34, comma 1 lett. b) e c), del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., la dichiarazione di cui sopra deve essere resa ed inserita nello stesso plico dalle imprese indicate come future assegnatarie dei servizi. La mancanza di tale dichiarazione con le forme e le modalità prescritte dal presente bando da parte anche di una soltanto delle imprese future assegnatarie, comporterà l’ESCLUSIONE DEL CONSORZIO dalla gara. I Consorzi di cui all’art. 34, comma 1, lett. b) del D.Lgs 163/06 s.m.i., sono tenuti ad indicare il nominativo dei consorziati per i quali il consorzio concorre; a questi consorziati è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma alla gara; qualora i consorziati indicati siano a loro volta un consorzio di cui all’art. 34 lett. b), dovranno indicare i consorziati per cui concorrono; anche a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma alla gara. Qualora i consorzi di cui all’art. 34 lett. b) intendano eseguire in proprio i servizi di cui trattasi, dovranno dichiarare tale volontà, in luogo del nominativo dei consorziati per il quale il consorzio concorre. In caso di aggiudicazione, l’impresa esecutrice non puó essere modificata in corso di esecuzione, salvo nei casi di forza maggiore, e comunque previa autorizzazione dell’Amministrazione committente. In ogni caso dovrà essere indicata la ditta esecutrice dei servizi (ragione sociale, sede legale). I Consorzi stabili di cui all’art. 34 lett. c) del D.Lgs. 163/2006 sono tenuti ad indicare il nominativo dell’impresa per la quale il consorzio concorre nonché l’elenco di tutte le imprese facenti parte del consorzio, alle quali è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma alla gara. Qualora i consorzi di cui all’art. 34 lett. c) intendano eseguire in proprio i servizi di cui trattasi, dovranno dichiarare tale volontà, in luogo del nominativo dei consorziati per il quale il consorzio concorre. In caso di aggiudicazione, l’impresa esecutrice non puó essere modificata in corso di esecuzione, salvo nei casi di forza maggiore, e comunque previa autorizzazione dell’Amministrazione committente. In ogni caso dovrà essere indicata la ditta esecutrice dei servizi (ragione sociale, sede legale). E’ vietata qualsiasi modificazione alla composizione delle associazioni temporanee e/o dei consorzi offerenti rispetto a quella risultante dall’impegno presentato in sede di offerta.

 

2. CAUZIONE PROVVISORIAdell’ammontare di Euro 3.859,71 (2% dell’importo del prezzo complessivo a base di gara), ex art. 75, comma 1, del D.lgs. 163/06, da costituirsi, mediante:

a) Assegno circolare non trasferibile intestato al Comune di Barge;

b) Titoli di Stato o da questo garantiti, da depositarsi presso la Tesoreria Comunale- Banca CRS agenzia di Barge;

c) Fideiussione bancaria da prestarsi da un Istituto di Credito, all’uopo abilitato in base al D.P.R. 25.5.1956, n. 635;

d) Fideiussione assicurativa, da prestarsi da Istituto Assicurativo all’uopo abilitato in base alla legge 10.6.1982, n. 348 o da intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. 385/1993, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ció autorizzati dal Ministero dell’economia e delle finanze.

La garanzia deve avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta.

 


La cauzione provvisoria, prestata in uno dei modi di cui sopra, deve risultare integrata da dichiarazione dell’Istituto bancario o della Compagnia assicuratrice o dell’intermediario finanziariocirca l’impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente fideiussione bancaria o assicurativa definitiva in favore della stazione appaltante.

 


Inoltre, la cauzione costituita secondo le modalità di cui alle lettere c) e d), deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del codice civile, nonché l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante.

 


Sarà motivo di esclusione dalla gara la presenza di clausole che prevedano "scadenze automatiche anticipate" della cauzione stessa. Ai sensi dell’art. 145, comma 50, della Legge finanziaria 2001, gli intermediari finanziari abilitati a rilasciare le cauzioni, sono esclusivamente quelli iscritti nell’Elenco Speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. 385/93. Pertanto eventuali cauzioni rilasciate da intermediari finanziari non regolarmente iscritti nell’elenco di cui sopra, costituiranno causa di esclusione dalla gara.

 


 

E’ ammessa la riduzione della cauzione alle condizioni di cui all’art. 75, comma 7 del D.lgs 163/06 (possesso della certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000). In questo caso dovrà essere prodotto, a pena di esclusione, il relativo certificato in originale o copia autentica.

La cauzione copre la mancata sotto­scrizione del contratto per volontà dell’aggiudicatario ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.

 

3. DOCUMENTAZIONE comprovante il VERSAMENTO, pena l’esclusione dalla gara, della contribuzione all’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici, pari ad euro 20,00 (euro venti e zero centesimi) dovuta ai si sensi dell’articolo 1, comma 67 della Legge n. 266/2005 e della deliberazione del 15 febbraio 2010 della stessa Autorità - Codice Identificativo gara: 0532062F6F.

Il versamento dovrà essere effettuato secondo una delle seguenti modalità:

 


on-line mediante carta di credito dei circuiti Visa, MasterCard, Diners, American Express.

Per eseguire il pagamento sarà necessario collegarsi al "Servizio riscossione Contributi" raggiungibile dalla home page sul sito web dell’Autorità (www.avcp.it) sezione "Servizi" e seguire le istruzioni ivi indicate;

A riprova dell''avvenuto pagamento, l’utente otterrà la ricevuta di pagamento, da stampare e allegare all’offerta, all’indirizzo di posta elettronica indicato in sede di iscrizione.




in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso

tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini. All’indirizzo http://www.lottomaticaservizi.it è disponibile la funzione "Cerca il punto vendita più vicino a te". Lo scontrino rilasciato dal puntovendita dovrà essere allegato in originale all’offerta.




Per i soli operatori economici esteri, sarà possibile effettuare il pagamento anche tramite bonifico bancario internazionale, sul conto corrente bancario n. 4806788, aperto presso il Monte dei Paschi di Siena (IBAN: IT 77 O 01030 03200 0000 04806788), (BIC: PASCITMMROM) intestato all''Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. La causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice identificativo ai fini fiscali utilizzato nel Paese di residenza o di sede del partecipante e il codice CIG che identifica la procedura alla quale si intende partecipare.


 

 


La mancata presentazione della documentazione probatoria del versamento della contribuzione è condizione di esclusione dalla procedura di gara.

 


 

Si precisa che in caso di ATI costituita nella forme di legge il versamento della contribuzione all’Autorità dei contratti pubblici è effettuato dal capogruppo; in caso di ATI costituenda è effettuato dal futuro capogruppo.

 

 


4. ATTESTATO DI AVVENUTO SOPRALLUOGO.

 


 

 

 


B) separata busta chiusa e sigillata con ceralacca o altro materiale plastico equipollente, con esclusione di ogni altro mezzo di sigillatura, pena l’esclusione dell’offerta (art. 75, R.D. 827/24) riportante sull’esterno la dicitura "B) offerta economica" contenente:

 




 



OFFERTA ECONOMICA redatta ai sensi dell’art. 74, comma 3, del D.Lgs. 163/2006 avvalendosi del modulo "offerta a prezzi unitari" allegato al presente bando, pena l’esclusione dell’offerta



 



In caso di associazioni temporanee di concorrenti e di consorzi di concorrenti di cui all’art. 2602 del C.C. non ancora costituiti l’offerta deve essere sottoscritta da tutte le imprese che costituiranno l’associazione o il consorzio, indicare l’impresa qualificata come capogruppo e contenere l’impegno, che in caso di aggiudicazione, le stesse imprese conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza all’impresa qualificata come capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti (art. 37, comma 8, del D.lgs 163/06). In caso di difformità tra importo in cifre ed in lettere prevarrà quello più favorevole all’Amministrazione Comunale.

 

 

 


SI AVVERTE CHE:

 


Ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 l’esibizione di dichiarazioni contenenti dati non rispondenti a verità equivale ad atto falso e che le dichiarazioni stesse sono considerate come fatte a pubblico ufficiale e quindi punite in base alla legge penale.

Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta ammissibile. In caso di offerte uguali si procederà a sorteggio.

 


Si procederà a verificare la documentazione amministrativa della busta "A" e quindi ammettere ed escludere i concorrenti, previa eventuale richiesta ai concorrenti medesimi ex art. 46, D.Lgs. 163/06 - a integrazione dei documenti e delle autodichiarazioni prodotti in sede di gara- di produzione di documentazioni e dichiarazioni integrative e/o specificative in un termine perentorio stabilito dal "seggio di gara" medesimo. I concorrenti non dovranno versare in alcuna delle cause di esclusione dalle gare pubbliche previste dalla legge, tra cui: gli artt. 32 ter e 32 quater del codice penale; gli artt. 36 comma 5, 37 comma 7, 38 D.Lgs. 163/2006. Non sono ammessi gli operatori economici che versino nelle cause di divieto di cui agli artt. 13, legge n. 248/06 e 23 bis, Legge n. 133/08 s.m.i. La Stazione appaltante si riserva di chiedere al concorrente di completare i certificati, i documenti e le dichiarazioni presentate ovvero di chiarirli, a sensi dell’art. 46, D.Lg. 163/06.

 


Non potranno costituire oggetto di regolarizzazione e/o integrazione documentale tutte quelle carenze per le quali- in base alla giurisprudenza prevalente- l’integrazione documentale alteri la "par condicio" fra i partecipanti. A titolo esemplificativo non puó costituire oggetto di integrazione:



  • quanto richiesto a pena di esclusione, dalla lex specialis di gara o da normativa;



  • la carenza assoluta delle sottoscrizioni di dichiarazioni;



  • gli elementi "essenziali" dei documenti a meno che gli atti tempestivamente prodotti e già in possesso dell’Amministrazione costituiscano ragionevole indizio di quanto carente;



  • irregolarità che influiscano sulla segretezza dell’offerta e sull’andamento della gara, e nei confronti delle quali non risulti neppure possibile da parte del seggio di gara adottare le opportune misure di cautela (es.: offerta economica non contenuta in busta, inserita nel plico della documentazione amministrativa).



 

VERIFICA REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICO-ORGANIZZATIVA (art. 48 D.Lgs 163/06): Prima di procedere all’apertura delle buste delle offerte presentate, verrà richiesto ad un numero di offerenti non inferiore al 10 per cento delle offerte ammesse, arrotondato all’unità superiore, scelti con sorteggio pubblico, di comprovare, entro 10 giorni dalla data di richiesta medesima, il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa. La richiesta potrà essere effettuata anche tramite fax. Qualora tale prova non sia fornita, ovvero non confermi le dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione o nell’offerta, si procederà all’esclusione del concorrente dalla gara, alla escussione della relativa cauzione provvisoria e alla segnalazione del fatto all’Autorità per i provvedimenti di cui all’art. 6, comma 11, del D.Lgs 163/06. L’Autorità dispone altresì la sospensione da uno a dodici mesi dalla partecipazione alle procedure di affidamento. La suddetta richiesta verrà altresì inoltrata, entro 10 giorni dalla conclusione delle operazioni di gara, anche all’aggiudicatario e al concorrente che segue in graduatoria, qualora gli stessi non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati, e nel caso in cui essi non forniscano la prova o non confermino le loro dichiarazioni si applicano le suddette sanzioni e si procede alla conseguente eventuale nuova aggiudicazione.

 

VALIDITA’ DELL’OFFERTA: Trascorsi 180 giorni dalla data della gara, i concorrenti hanno facoltà di svincolarsi dall’offerta.

 

DATE DI SVOLGIMENTO DELLA GARA: La gara sarà esperita, in una sala del Palazzo Municipale, Piazza Garibaldi n. 11, aperta al pubblico, il giorno 27 settembre 2010 alle ore9,00 per quanto attiene all’esame della documentazione presentata dai concorrenti a corredo delle offerte ed al sorteggio di cui all’art. 48 del D.Lgs. 163/06. Nella stessa seduta di gara si potrà procedere all’apertura delle offerte economiche in caso di ammissione di offerte in numero inferiore a tre (in quanto non si procederà al sorteggio essendo già comunque soggetti a verifica i concorrenti classificati al 1° e 2° posto). Se non si verificherà il caso di cui sopra la gara proseguirà, per quanto attiene alle determinazioni della Commissione di gara in merito alla valutazione del possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa dei concorrenti sorteggiati ed all’apertura delle offerte, in data che verrà successivamente comunicata ai concorrenti a mezzo fax.

 

ADEMPIMENTI A CARICO DELL’AGGIUDICATARIO:



L’Aggiudicatario dovrà:





  1. provvedere alla costituzione della cauzione definitiva a norma degli art. 113 del D.lgs 163/06 e 101 del D.P.R. n. 554/99 a copertura degli oneri del mancato o inesatto adempimento contrattuale. La mancata costituzione della cauzione determina la revoca dell’affidamento e l’acquisizione della cauzione provvisoria da parte dell’Amministrazione Comunale, che aggiudicherà l’appalto al concorrente che segue in graduatoria;



  2. provvedere al deposito delle spese contrattuali;



  3. Redigere e consegnare all’amministrazione la seguente documentazione:





  • comunicazione di cui all’art. 1 del regolamento ap­provato con D.P.C.M. 11 maggio 1991 n. 187 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 144 (serie ordinaria) del 21 giugno 1991, ove l’impresa rientri nelle ipotesi ivi considerate.



  • il piano operativo di sicurezza ai sensi dell’art. 131 del D.Lgs 163/2006 e del D.Lgs. n. 81/2008.





  1. L’esecutore dei servizi è altresì obbligato a stipulare la/le polizza/e assicurativa/e, secondo quanto disposto all’art. 14 del capitolato speciale d’appalto.





 



L’impresa aggiudicataria, pur restando vin­colata fin dal momento della presentazione e dell’accetta­zione della sua offerta, dovrà addivenire alla stipulazione del formale contratto di appalto.

Tutte le spese contrattuali (bolli, diritti, registrazione), da pagarsi mediante assegno circolare intestato al Comune, sono a carico dell’impresa aggiudicataria.

Si richiama la particolare attenzione sulle clausole in­serite nel capitolato speciale d’appalto relative all’osser­vanza delle condizioni normative e retributive risultanti dai contratti collettivi di lavoro.

L’accesso alle informazioni inerenti il presente appalto è disciplinato dall’art. 13 del D.Lgs. 163/2006.

Le disposizioni del presente bando prevalgono sui contenuti eventualmente discordanti del capitolato speciale d’appalto, qualora siano in applicazione della vigente normativa.

Per quanto non espressamente previsto nel presente bando, si fa rinvio alle leggi ed ai regolamenti in materia di contratti pubblici.

Le comunicazioni e gli scambi di informazioni tra questa stazione appaltante e le imprese potranno avvenire mediante posta, fax o posta elettronica o mediante una combinazione di tali mezzi.

Tutte le informazioni e i dati personali del partecipante alla gara d’appalto verranno utilizzati al solo scopo dell’espletamento di tutte le operazioni concorsuali, garantendo la massima riservatezza dei dati e dei documenti forniti e la possibilità di richiederne la rettifica o la cancellazione, in conformità a quanto stabilito dal D.Lgs. 196/2003.

 

 


ALTRE INFORMAZIONI

 




  1. Caratteristiche dell’offerta: non sono ammesse offerte in aumento, alla pari, indeterminate, incomplete, parziali, condizionate, plurime, indefinite. L’Amministrazione aggiudicatrice procederà all’aggiudicazione quand’anche pervenga una sola offerta, purché risulti valida, congrua, conveniente, idonea.



 



  1. Annullamenti, revoche procedura: L’Amministrazione aggiudicatrice si riserva motivatamente di annullare o revocare il bando di gara, di non pervenire all’aggiudicazione e di non stipulare il contratto senza incorrere in responsabilità per danni, indennità, compensi a qualsiasi titolo, neanche ex artt. 1137 e 1338 Codice Civile. Qualora, anche a seguito di osservazioni presentate dai concorrenti, emergano irregolarità del bando + allegati, capitolato speciale di appalto, l’Amministrazione aggiudicatrice in autotutela procederà alla correzione dei predetti atti di gara. Le correzioni verranno tempestivamente portate a conoscenza degli interessati mediante pubblicazione sul profilo di committenza. Si richiama altresì l’art. 81, comma 3, D.Lgs. n. 163/2006. Ai sensi degli artt. 11 e 55 D.Lgs. n. 163/2006: determinazione a contrattare del responsabile del servizio n. 447 in data 18.08.2010 . Il contratto NON conterrà la clausola compromissoria.



 

 

 


PROCEDURE DI RICORSO

 




  1. Organismo responsabile delle procedure di ricorso:



Denominazione ufficiale: Tar Piemonte

Indirizzo postale: Corso Stati Uniti n. 45- Città: Torino- Codice postale: 10129- Telefono: 011-5576458/5576411- telefax: 011-5612482/539265- indirizzo di posta elettronica: seggen.to@giustizia-amministrativa.it.

 



  1. Presentazione di ricorso:



Ricorso giudiziale: entro 30 giorni da conoscenza atto.

 



  1.  


    Organismo responsabile delle procedure di mediazione:



Denominazione ufficiale: Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici (art. 6, comma 7, lettera n, D.Lgs. n. 163/2006)- Indirizzo postale: Via di Ripetta n. 246- Città: Roma - codice postale: 00186- telefono: 06-367231- indirizzo internet: www.autoritalavoripubblici.it.

 

 


Responsabile unico del procedimento di attuazione del presente appalto è il geom. Bruno Vottero.

 











 


Per IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO




 


LAVORI PUBBLICI E TECNICO-MANUTENTIVO



 


VOTTERO Geom. Bruno






 



 


IL SEGRETARIO GENERALE





F.to Dott. Paolo FLESIA CAPORGNO




Allegati:

MODELLO DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DI OFFERTA




Barge, 06/09/2010.
estremi pubblicazione GURI.pdf
bando Gestione_servizio_energia_2010_2012.pdf
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA servizio energia.pdf
modello offerta economica.xls
Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.