stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
Mobilità Volontaria
Ven 18 Nov 2011

 


IL SEGRETARIO

 

nelle funzioni di Responsabile del Servizio Personale

 

 

Visto l’articolo 30 del Decreto Legislativo 30.03.2001, n. 165 e successive modifiche e/o integrazioni;

 

Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 109 del 16.07.2008 relativa all’approvazione del Regolamento per la mobilità esterna di personale proveniente da altre Amministrazioni, modificato con deliberazione della Giunta comunale n. 165 in data 27.10.2011;

 

Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 67 del 20 aprile 2011, con la quale è stato aggiornato il Programma triennale delle assunzioni, riferito  al periodo 2011-2013, ai sensi dell’art. 6 del Decreto Legislativo n. 165/2001, prevedendo l’attivazione  della procedura per la sostituzione  di un istruttore amministrativo prossimo al pensionamento;

 

Dato atto che, ai sensi dell’art. 30, comma 2 bis, del Decreto Legislativo 165/2001, occorre provvedere, prima di procedere all’esperimento dell’eventuale procedimento concorsuale, all’esperimento della procedura di mobilità dall’esterno e che si disporrà con eventuale successivo provvedimento per l’esperimento di procedura concorsuale, eventualmente limitata alla frazione di contingente di personale assumibile con questo sistema tenuto conto dei limiti vigenti presso l’ente, come previsto nel “programma nuove assunzioni a tempo indeterminato” allegato alla citata deliberazione n. 67/2011;

 

Richiamata la Determinazione del Responsabile del Servizio n.  660 del   17.11.2011;

Dato atto che l’avviso viene altresì pubblicato sul Bollettino Ufficiale  della Regione Piemonte, allo scopo di assicurare la massima pubblicità;

 

 

R E N D E   N O T O

 

che l’Amministrazione Comunale intende coprire n. 1 posto, a tempo indeterminato e pieno, di Categoria “C” – profilo professionale: “Istruttore Amministrativo” mediante mobilità esterna. Il lavoratore sarà assegnato all’Area Servizi Generali – Uffici Demografici, salva ovviamente ogni più ampia o diversa assegnazione nel rispetto delle norme vigenti, anche presso altri servizi o uffici.

 

L''assunzione decorrerà - allo stato della normativa vigente, salve modifiche che possano intervenire - necessariamente entro il  1°  ottobre 2012.  E'' opportuno pertanto che i concorrenti, informino fin d''ora gli attuali datori di lavoro, acquisendo eventualmente in anticipo nulla osta preventivo alla mobilità.

 

 

Art. 1 – requisiti di partecipazione.

 

1. Possono presentare domanda di mobilità i dipendenti in servizio a tempo indeterminato di altre Amministrazioni Pubbliche, di pari o corrispondente categoria giuridica, a prescindere dalla posizione economica acquisita, che alla data di scadenza del presente avviso siano in possesso dei seguenti ulteriori requisiti:

 

Ø      inesistenza di procedimenti disciplinari che possono comportare e/o hanno comportato sanzioni superiori al rimprovero scritto (censura).

 

Saranno ammessi profili professionali anche diversi da quello del posto di destinazione attesa la massima flessibilità di utilizzo.

 

Saranno inoltre prese in esame le domande di trasferimento pervenute nel biennio antecedente la data di pubblicazione all''albo pretorio del presente bando di mobilità.

 

Inoltre, l’ammissibilità dell’istanza è subordinata altresì alla verifica del regime assunzionale in cui si trova l’Ente di attuale lavoro, in rapporto a quello del Comune di Barge, ed alla compatibilità del trasferimento con l’assetto normativo in materia di assunzioni tempo per tempo vigente e relative interpretazioni. In caso negativo della verifica, l’istanza non sarà presa in considerazione.  

 

 

Art. 2 – valutazione delle domande.

 

1. Le domande di mobilità saranno valutate come previsto dal Regolamento comunale per la disciplina della mobilità volontaria, approvato con deliberazione di Giunta n. 109 del 16 luglio 2008, come modificato con deliberazione di Giunta n. 165 in data 27.10.2011, da una apposita commissione, sulla base dei seguenti elementi, da documentarsi dettagliatamente a cura dei candidati:

 

a) curriculum professionale (titoli di studio, corsi di perfezionamento ed aggiornamento e tutto quanto concorra all’arricchimento professionale in rapporto al posto da ricoprire);

 

b) anzianità di servizio (servizio prestato a tempo indeterminato e/o determinato presso pubbliche amministrazioni);

 

c) situazione familiare (avvicinamento al proprio nucleo familiare);

 

d) titoli di studio ulteriori a quello richiesto per l’accesso al profilo professionale da ricoprire;

 

e) colloquio o eventuale prova pratica.

 

2. Il punteggio massimo attribuibile, nella valutazione delle domande, è di 60 punti complessivi, ripartiti nel modo che segue:

 

 






















































A)     Curriculum professionale

 


Massimo punti 12

 

 


 


B) Anzianità di servizio


Massimo punti 10


 


b1)servizio prestato nella stessa categoria in uguale o analogo profilo professionale


Punti 1,35 per ogni anno di servizio (0,1125 per ogni mese di servizio o per frazione superiore a 15 gg.)


 


b2) servizio prestato nella stessa categoria in profilo di contenuto professionale diverso


Punti 0,69 per ogni anno di servizio (0,0575 per ogni mese di servizio o per frazione superiore a 15 gg.)


 


b3) servizio prestato in categoria immediatamente inferiore in profilo professionale di contenuto analogo rispetto al posto messo in mobilità


Punti 0,69 per ogni anno di servizio (0,0575 per ogni mese di servizio o per frazione superiore a 15 gg.)


 


b4) servizio prestato in categoria immediatamente inferiore e in profilo di contenuto professionale diverso


Punti 0,225 per ogni anno di servizio (0,019 per ogni mese di servizio o per frazione superiore a 15 gg.)


 


C) Situazione familiare


 

 Massimo punti 3


 


c1) avvicinamento al proprio nucleo familiare ovvero al luogo di residenza o domicilio


 Punti 1 in caso di distanza da 20 a 50 Km.

 Punti 3 in caso di distanza superiore a 51 Km.


 


D) titoli di studio o specializzazioni ulteriori rispetto al titolo richiesto per accesso all’impiego


Punti 5 (2 punti per ogni titolo ulteriore ma equivalente a quello necessario per l’accesso)

3 punti per ogni titolo superiore a quello necessario per l’accesso)

 


E) Colloquio ed eventuale prova pratica


Punti 30

 



 

3. Specificazioni per l’attribuzione dei punteggi, oltre a quanto già sopra specificato:

 

CURRICULUM: per l’attribuzione del punteggio previsto per il curriculum (punto A) saranno presi in considerazione i seguenti elementi:

Ø      MAX Punti 4: formazione debitamente documentata attinente agli Enti Locali (0,20 punti per la partecipazione a seminari giornalieri; 0,60 punti per la partecipazione a corsi di durata superiore a 2 giorni; 2 punti per la partecipazione a corsi di durata superiore a due mesi; 4 punti per la partecipazione a corsi con esame finale);

Ø      MAX PUNTI 2: docenze e pubblicazioni in materie attinenti l’Ente Locale (0,50 punti per pubblicazione di articoli su riviste specializzate, per ogni articolo pubblicato; fino a 2 punti per la pubblicazione di libri, studi o ricerche; fino a 1 punto per ogni docenza);

Ø      MAX PUNTI 4: esperienze professionali esterne alla Pubblica Amministrazione ma idonee a documentare acquisizione di professionalità specifica in relazione all’attività riconducibile agli Enti Locali: 0,50 punti per ogni semestre di servizio (il tirocinio sarà valutato con 0,15 per ogni anno);

Ø      MAX PUNTI 2: esperienze maturate nel settore pubblico o privato, diverse dal rapporto di lavoro subordinato, ma riconducibili ad esso in termini di acquisizione di esperienza (stage, tirocini formativi, lavoro interinale, collaborazioni, ecc…); la valutazione sarà effettuata in base ai punteggi stabiliti dal punto B della tabella (anzianità di servizio), ridotti del 30% per le esperienze effettuate presso la pubblica amministrazione, e del 40% per quelle effettuate nel settore privato.

 

SITUAZIONE FAMIGLIARE: Per la valutazione di quanto previsto al punto C) la distanza (Z) è calcolata secondo la seguente formula: X –Y = Z

X = Km. intercorrenti tra il luogo di residenza o domicilio del dipendente o nucleo familiare e sede di lavoro

Y = Km. intercorrenti tra il luogo di residenza o domicilio del dipendente o nucleo familiare e sede di lavoro richiesta

 

 

Art. 4 – colloquio – prova pratica.

 

1.      I candidati saranno sottoposti ad un colloquio ed eventuale prova pratica, effettuato dalla Commissione selezionatrice, finalizzato alla verifica e all’approfondimento del possesso dei requisiti attitudinali e professionali richiesti per il posto da ricoprire. I candidati saranno avvertiti con un preavviso di almeno 48 ore.

 

Non si procederà ovviamente a colloquio, e le relative istanze non saranno prese in considerazione, nei casi in cui non sia individuabile corrispondenza tra categoria giuridica, come specificato nel presente avviso, e comunque in tutti i casi in cui non risultino sussistere altre condizioni necessarie previste dal presente avviso o dal regolamento.

 

2. Il punteggio a disposizione della commissione per il colloquio-prova pratica è di punti 30. La Commissione valuterà il colloquio e la prova pratica tenendo conto dei seguenti elementi di valutazione: 

- Motivazioni generali del candidato;

- Particolari doti e abilità umane possedute dal candidato;

- Disponibilità del candidato nei confronti di condizioni richieste per l’espletamento delle attività;

- Conoscenza di tecniche di lavoro, procedure predeterminate, software informatici, necessari all’esecuzione del lavoro;

- Capacità di individuare soluzioni innovative rispetto all’attività svolta;

- Grado di autonomia nell’esecuzione del lavoro,

- eventuali altri elementi di valutazione, secondo il profilo professionale di destinazione, e precisamente: conoscenza normativa in materia di ordinamento amministrativo enti locali, commercio, polizia amministrativa, personale enti locali, archivio, servizi demografici.

Non saranno ritenuti idonei i candidati che nel colloquio ed eventuale prova pratica, abbiano ottenuto un punteggio inferiore a 21/30.

 

 

Art. 5 – presentazione della domanda – termini e modalità.

 

Gli interessati sono invitati a far pervenire domanda, sottoscritta, corredata, obbligatoriamente, di un curriculum formativo e professionale datato e firmato, nonché di copia di documento di riconoscimento in corso di validità, al protocollo generale del Comune di Barge, Piazza Garibaldi n. 11 – 12032 Barge entro e non oltre le ore 12,00 del giorno      19 dicembre 2011.

 

Il curriculum dovrà essere molto dettagliato e corredato di tutti i dati idonei per consentire la valutazione degli elementi più sopra specificati.

 

Viene pertanto fornito un fac simile di istanza, allegato al presente avviso.

 

Nell''istanza, il concorrente dovrà indicare anche l''eventuale condizione di diversamente abile in relazione alla necessità di disporre di ausili e/o tempi aggiuntivi per l''espletamento di colloquio ed eventuale prova pratica, con modalità di dettaglio.

 

 

Per le domande spedite a mezzo posta cartacea NON farà fede il timbro postale: non saranno pertanto prese in considerazione le domande pervenute successivamente alla data sopra indicata.

 

L''Ente non assume nessuna responsabilità per disguidi che possano avvenire in merito al recapito delle domande, neppure se per causa fortuita, forza maggiore, scioperi, malfunzionamento di dispositivi informatici e telematici.

 

Elementi di valutazione non sufficientemente chiari o incompleti, potranno comportare la non valutazione degli stessi.

 

L''Ente potrà disporre la regolarizzazione delle istanze incomplete dei requisiti formali richiesti (senza obbligo, perciò, di far completare o chiarire gli elementi di valutazione).

 

 

Art. 6 – formazione della graduatoria.

 


  1. Il Comune formulerà apposita graduatoria in base ai criteri generali per la mobilità di personale proveniente da altre Amministrazioni approvati con deliberazione della Giunta Comunale n. 109 del 16.7.2008 e integrati con deliberazione di Giunta n. 165 in data 27.10.2011, privilegiando, a parità di punteggio, i dipendenti più giovani di età.



  1. In caso di rifiuto a prendere servizio del primo collocato in graduatoria o di mancanza del nulla osta da parte dell''Amministrazione di appartenenza, nei termini indicati dalla richiesta, il Comune procederà allo scorrimento della graduatoria medesima.

  2. Il presente avviso non vincola in alcun modo questa Amministrazione, che si riserva, altresì, la facoltà di non dare corso alla copertura del posto in oggetto, in presenza di domande che non soddisfano i requisiti di professionalità necessari per il posto da coprire ed evidenziati nel presente avviso, o per altri motivi di pubblico interesse o sopravvenienza di norme o atti amministrativi generali dello Stato, ovvero nel caso in cui, per qualunque motivo, non risulti possibile definire e attivare l''assunzione entro termini oltre i quali l''assunzione non risulti più possibile, e in ogni altro caso in cui l''assunzione non sia possibile, o sia ritenuta non più opportuna dall''Ente; e ciò senza che i concorrenti possano pretendere indennità, diritti, risarcimenti di alcun genere.

  3. Il trasferimento è comunque subordinato al parere favorevole dell’Amministrazione di appartenenza, da rendersi entro 15 giorni dalla richiesta di nulla osta avanzata dall’amministrazione del Comune di Barge. In mancanza dello stesso nei termini prescritti, si procederà a scorrimento della graduatoria.

  4. Il personale assunto mediante la procedura di mobilità volontaria, salvo casi motivati del tutto eccezionali e previo consenso del Responsabile del servizio Personale, ha l’obbligo di permanenza nell’Ente per un periodo di anni due decorrente dalla data di assunzione.

  5. La graduatoria verrà pubblicata all''albo pretorio del Comune di Barge per la durata di quindici giorni consecutivi. La pubblicazione varrà quale comunicazione a tutti gli effetti per tutti i concorrenti, e dalla pubblicazione decorrono i termini per eventuali impugnative.


 

 

Art. 7 – pubblicità.

 

Il presente avviso è pubblicizzato mediante 

 

a) affissione all’Albo Pretorio dell’Ente;

b) invio per la pubblicazione ai Comuni facenti parte della circoscrizione del Centro per l’impiego di Saluzzo;

c) inserimento sul sito internet dell’Ente;

d) invio alla Provincia di Cuneo

e) pubblicazione sul B.U.R.P.

 

 

Art. 8 – altre informazioni.

 

Per informazioni o comunicazioni in merito, è possibile rivolgersi all’Ufficio Segreteria del Comune di Barge (Tel. 0175 – 347651)

Ai sensi degli artt. 13 e 24 del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196 sulla tutela della riservatezza dei dati personali, si comunica che le domande pervenute ed eventuali allegati saranno depositati presso l’Ufficio Segreteria ed i dati in esse contenuti saranno trattati esclusivamente ai fini della procedura di mobilità in oggetto.

Il Responsabile del procedimento è il vice-segretario del Comune di Barge Dott.ssa Lorena Bechis.

 

 

                                                                                                  IL SEGRETARIO GENERALE

                                                                                                F.to Flesia Caporgno Dott. Paolo
BANDO_MOBILITA'__2011.pdf
domanda di mobilità.pdf
Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.