stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
PROCEDURA APERTA
Mer 14 Lug 2010

 Sezione I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE


I.1) Denominazione ufficiale:  COMUNE DI BARGE; indirizzo postale: piazza Garibaldi 11 – 12032  BARGE (CN).


Punti di contatto Ufficio responsabile del procedimento: telefono 0175-347630 telefax 0175-343623, mail: ufficiotributi@comune.barge.cn.it P.E.C: barge@cert.ruparpiemonte.it P. IVA : 00398040048


Indirizzo Internet – profilo di committente: www.comune.barge.cn.it


Documentazione complementare disponibile presso il punto di contatto.


Le offerte vanno inviate all’indirizzo postale dell’Amministrazione aggiudicatrice e debbono pervenire entro il perentorio termine più sotto indicato.


Responsabile del procedimento: responsabile del servizio Nasari Alessandra


 


I.2) Tipo di Amministrazione aggiudicatrice e principali settori di attività:


Autorità locale; amministrazione aggiudicatrice ex art. 3, comma 25, d. lgs. 163/06; settori: art. 13 comma 1 d. lgs. N. 267/2000.


L’Amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni: NO


 


Sezione II: OGGETTO DELL’APPALTO


II.1) Descrizione: affidamento servizi di assistenza alle autonomie come specificato in dettaglio nel capitolato.                              .


II.2) Tipo di appalto e luogo di prestazione:


servizi


categorie: Categoria 25            CPC: 93    - allegato IIB d. lgs. 163/2006 CPV: 85311200-4


 


Luogo principale di esecuzione: Barge e altri comuni della provincia di Cuneo


 


II.3) Il bando riguarda: un appalto di servizi; non riguarda l’istituzione di un sistema dinamico di acquisizione; non riguarda l’istituzione di un accordo quadro.


 


     Codice CIG (Codice Identificativo Gara) : 0511804205


 


Quanto oggetto del presente bando rientra tra i c.d. “contratti esclusi” dall’applicazione del d. lgs. N. 163/2006 (tranne articoli: 65 – senza pubblicazione, in combinato disposto con art. 124; 68) di cui all’art. 20 del d. lgs. N. 163/2006 medesimo (servizi di cui all’allegato IIB). Pertanto non troveranno applicazione le norme del decreto legislativo medesimo tranne quelle sopra indicate o ulteriormente richiamate dagli atti di gara,  nonchè i principi immanenti dell’ordinamento comunitario degli appalti e in particolare quelli di: non discriminazione, parità di trattamento, concorrenzialità, oltre naturalmente alla disciplina del presente bando, del disciplinare e del capitolato di gara, e alle norme alle quali il bando, il disciplinare e il capitolato di gara eventualmente rinviano. 


 


Con riferimento all’art. 26 del d. lgs. N. 81 del 9 aprile 2008 “obblighi connessi ai contratti d’appalto o d’opera o di somministrazione”, si evidenzia che il servizio viene svolto anche in locali non gestiti direttamente dal Comune interessato al servizio e pertanto l’appaltatore dovrà tenere conto nel proprio DVR di questa circostanza. In particolare dovrà prendere visione dei luoghi di lavoro e di informare e formare i propri addetti sul comportamento da tenere in caso di necessità. Non si reputano sussistere costi in ordine alla sicurezza per interferenze, allo stato degli atti, fermi restando l’incidenza dei costi della sicurezza riferiti ai servizi dedotti in appalto; peraltro, a fini di ulteriore approfondimento, esperita la gara, verrà acquisito il documento di valutazione dei rischi dell’aggiudicatario, e valutata la necessità o meno di integrazione al documento unico relativo alle interferenze redatto dal servizio tecnico.   Viene  messo a disposizione il DUVRI  per i soli locali di proprietà comunale.


 


Per garantire la continuità dei servizi, data la particolarità e delicatezza degli stessi, e con particolare riferimento all’assistenza alle autonomie, avuto riguardo alla tutela della salute psico fisica di utenti particolarmente deboli e svantaggiati, conformemente all’art. 32 della Costituzione, nonché a quanto previsto dall’art. 16 dell’allegato alla D.G.R. Piemonte 79-2953 del 22.5.06, il soggetto aggiudicatario dovrà garantire la continuità educativa con l’utilizzo del personale già impiegato nelle stesse attività, a qualunque titolo.


 


II.4) Breve descrizione di quanto dedotto in  appalto:


 


Assistenza alle autonomie per frequentanti diversamente abili delle scuole dell’obbligo (attività da prestarsi anche presso Istituti in altri Comuni e/o durante i viaggi di andata/ritorno);


 


Durata servizio assistenza alle autonomie: anno scolastico 2010/2011.


 


L’avvio del servizio  aggiudicato potrà peraltro essere posticipato rispetto all’inizio dell’anno scolastico 2010-2011,  in relazione alle vicende temporali correlate a : stipula del contratto, possibilità di anticipazione dell’avvio dei servizi rispetto alla stipula, contenziosi collegati all’aggiudicazione, il tutto definito dalla normativa e interpretazione vigente, e ciò senza che l’aggiudicatario possa pretendere indennità o compensazioni di sorta. Trattandosi di servizio correlato ad esigenze di massimo carattere pubblicistico, il Comune si riserva l''esecuzione d''urgenza del servizio.


 


II.5) Divisione in lotti: NO


II.6) Ammissibilità di varianti in offerta: NO


II.7) Quantità o entità dell’appalto (moneta: euro):


IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO:  61.642,00 euro IVA esclusa ove dovuta, di cui oneri per la sicurezza euro 870,00, non soggetti a ribasso


 


Gli importi tutti sopra indicati sono stati calcolati come indicato nell’apposito prospetto disponibile con la restante documentazione di gara.


 


II.8) Durata dell’appalto o termine di esecuzione:


Periodo in mesi: Periodo come sopra indicato.


L’appaltatore dietro richiesta scritta del Comune, su conforme provvedimento, dovrà proseguire nell’espletamento dei servizi oggetto dell’appalto fino all’entrata  in servizio della nuova ditta appaltatrice e comunque per un periodo di tempo non superiore a mesi sei (“proroga tecnica”), alle stesse condizioni economiche ed operative del capitolato, mantenendo la piena ed esclusiva responsabilità dell’espletamento di tutte le attività oggetto dell’appalto.


 


Sezione III: INFORMAZIONE DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO


 


III.1) Cauzioni e garanzie richieste: cauzione provvisoria ex art. 75, d. lgs. N. 163/06, secondo criteri indicati nel disciplinare di gara; garanzia fideiussoria ex art. 113, d. lgs. N. 163/06; polizze assicurative ai sensi capitolato speciale di appalto secondo criteri contenuti nel disciplinare di gara.


 


III.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia: finanziamento con fondi propri e contributo regionale; pagamenti come da capitolato.


 


III.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario: art. 37, d. lgs. N. 163/06 come integrato da bando e disciplinare


 


III.4) Condizioni di partecipazione:


III.4.1Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale


vedasi disciplinare di gara


 


III.4.2 Capacità economica,  finanziaria, tecnica:


vedasi disciplinare di gara


 


III.4.3: Particolari condizioni:


Si evidenzia che possono concorrere esclusivamente:





-          le cooperative sociali di cui all’art. 1 lettera a) e art. 8 della legge n. 381/1991 e s.m.i. iscritte all’albo regionale di cui all’art. 2 comma 2 lett. A) e c) della L.R. n. 18 del 9.6.1994 e s.m.i.;




-          altre Onlus, che non siano anche associazioni di volontariato





Non s’intendono comprese nella locuzione “operatori economici” le associazioni di volontariato.


 


Subappalto: non consentito. Avvalimento: come da d. lgs.  163/2006.


 


III.4.4: Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali delle persone incaricate della prestazione del servizio: NO


 


Sezione IV: PROCEDURA


 


IV.1) Tipo di procedura: procedura aperta


 


IV.2) Criteri di aggiudicazione:


offerta economicamente più vantaggiosa


Criteri indicati di seguito (totale max punti a disposizione: 100)


 


OFFERTA TECNICA – ELEMENTI QUALITATIVI: (max punti 60 )


 




a)      Assetto organizzativo del servizio – max punti 30




Criterio motivazionale a cui si atterrà la commissione giudicatrice nella valutazione delle offerte: verifica e valutazione della rispondenza di quanto offerto rispetto alle richieste di capitolato speciale di appalto, dare particolare rilievo alla completezza espositiva e documentale dell’offerta, completezza della trattazione in merito ai seguenti items:





-          schema organizzativo complessivo che il concorrente intende adottare, in riferimento ai compiti, alle funzioni ed agli obiettivi del servizio;




-          forme di collaborazione che si intendono attivare con gli Istituti scolastici, al fine di favorire la partecipazione degli alunni con disabilità alle attività;




-          soluzioni organizzative prospettate per fronteggiare situazioni di emergenza e/o straordinarie;





 


Corrispondenza per attribuzione punteggio numerico:


mediocre: fino a 12 punti


sufficiente: oltre punti 12, fino a punti 18


buono: oltre 18 punti, fino a 24 punti


ottimo: oltre 24 punti


 




b)      organizzazione e gestione del personale per lo svolgimento del servizio -  max punti 20




Criterio motivazionale a cui si atterrà la commissione giudicatrice nella valutazione delle offerte: verifica e valutazione della rispondenza di quanto offerto rispetto alle richieste di capitolato speciale di appalto, dare particolare rilievo alla completezza espositiva e documentale dell’offerta, completezza della trattazione in merito ai seguenti items:





-          misure per il contenimento del turn over degli operatori




-          piano di aggiornamento, formazione, strategie motivazionali per gli operatori





 


Corrispondenza per attribuzione punteggio numerico:


mediocre: fino a 8 punti


sufficiente: oltre punti 8, fino a punti 12


buono: oltre 12 punti, fino a 16 punti


ottimo: oltre 16 punti


 


 




c)      innovazioni e migliorie – max punti 10




Criterio motivazionale a cui si atterrà la commissione giudicatrice nella valutazione delle offerte: verifica e valutazione della rispondenza di quanto offerto rispetto alle richieste di capitolato speciale di appalto, dare particolare rilievo alla completezza espositiva e documentale dell’offerta, completezza della trattazione in merito ai seguenti items:





-          diversificazione del servizio inteso come servizi collaterali o attività aggiuntive e migliorative rispetto a quanto previsto in capitolato, senza oneri aggiuntivi per il Comune e per le famiglie degli utenti e per le istituzioni scolastiche;




-          portata innovativa e pertinenza rispetto a servizi già in essere; sinergie, rapporti con altre istituzioni sociali e pubbliche in genere





 


Corrispondenza per attribuzione punteggio numerico:


mediocre: fino a 4 punti


sufficiente: oltre punti 4, fino a punti 6


buono: oltre 6 punti, fino a 8 punti


ottimo: oltre 8 punti


 


All’interno delle singole tipologie di “giudizio”, l’attribuzione del parametro numerico potrà variare in relazione al minore o maggiore grado di presenza, rispondenza e sviluppo degli elementi valutativi presi in considerazione.


 


Definizione di giudizio “mediocre”: rispondenza appena presente rispetto alle richieste di capitolato, completezza espositiva e documentale minima, completezza trattazione items minima;


Definizione di giudizio “sufficiente”: rispetto a giudizio “mediocre”, maggiore rispondenza, completezza, sviluppo idoneo a consentire un servizio con efficacia ed efficienza sostenibile nel tempo;


Definizione di giudizio “buono”: maggiore rispondenza, completezza; sviluppo idoneo a garantire un servizio di qualità, con efficacia ed efficienza che migliora nel tempo;


Definizione di giudizio “ottimo”: ulteriore rispondenza, completezza; sviluppo idoneo  a garantire un servizio di alta qualità, con prospettive di miglioramenti molto significativi dell’efficacia e dell’efficienza nel tempo.


 


OFFERTA ECONOMICA (MAX PUNTI  40):


 


Modalità di valutazione dei prezzi:


- all’offerta migliore sarà attribuito il punteggio massimo;


- alle rimanenti offerte  si assegnerà il punteggio secondo la formula di proporzionalità inversa, in modo che all’aumentare del prezzo diminuisca proporzionalmente il punteggio attribuibile:


 


X (punteggio) = (prezzo offerta migliore x punt. max) / prezzo offerta da valutare


 


Il punteggio finale risulterà dalla sommatoria complessiva dei punteggi ottenuti dalle offerte tecniche e dalle offerte economiche.


 


IV.3) Ricorso ad un’asta elettronica? NO


 


IV.4) Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto/concessione? NO


 


IV.5) Condizioni per ottenere la documentazione complementare:


Bando disponibile sul sito internet. Disciplinare disponibile previa richiesta dei partecipanti, con consegna  a mano o invio a mezzo posta, entro 5 giorni dalla ricezione della richiesta salvo casi di forza maggiore. Termine per la richiesta della documentazione complementare: 29/07/2010 ore 12.00


 


 


IV.6) Termine per il ricevimento delle offerte:


data 03/08/2010   ora 12.00


 


IV.7) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte: italiano


 


IV.8) Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta (procedura negoziata): 180 giorni (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)


 


IV.9) Modalità di apertura delle offerte (prima seduta):


Data 04/08/2010 ora 14.30 presso sede Amministrazione aggiudicatrice e secondo modalità del disciplinare di gara; sedute successive con modalità come specificato da disciplinare di gara.


 


Sezione V: ALTRE INFORMAZIONI


V.1) Appalto connesso ad un progetto e/o programma finanziato con fondi comunitari: NO


 


V.2) Informazioni complementari: SI. Disciplinare di gara, capitolati e allegati sono parte integrante del bando di gara.


 


V.3) Caratteristiche dell’offerta: non sono ammesse offerte in aumento,  alla pari, indeterminate, incomplete, parziali, condizionate, plurime, indefinite. L’Amministrazione aggiudicatrice procederà all’aggiudicazione quand’anche pervenga una sola offerta, purchè risulti valida, congrua, conveniente, idonea. L’ Amministrazione si riserva la facoltà di valutare la congruità dell’offerta che appaia anormalmente bassa, applicando i principi di cui art. 27 d. lgs. 163/2006.


 


V.4) Annullamenti, revoche procedura: l’Amministrazione aggiudicatrice si riserva motivatamente di annullare o revocare il bando di gara, di non pervenire all’aggiudicazione e di non stipulare il contratto senza incorrere in responsabilità per danni, indennità, compensi a qualsiasi titolo, neanche ex artt. 1137 e 1338 codice civile. Qualora, anche a seguito di osservazioni presentate dai concorrenti, emergano irregolarità del bando, disciplinare di gara + allegati, capitolato speciale di appalto, l’Amministrazione aggiudicatrice in autotutela procederà alla correzione dei predetti atti di gara. Le correzioni verranno tempestivamente portate a conoscenza degli interessati mediante pubblicazione sul profilo di committenza. Si richiama altresì l’art. 81, comma 3, d. lgs. N. 163/2006 e quanto contenuto nel disciplinare di gara. Ai sensi degli artt. 11 e 55 d. lgs. N. 163/2006: determinazione a contrattare del Responsabile del Servizio n.385  del 12/07/2010.


 


Sezione VI: PROCEDURE DI RICORSO


VI.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso:


Denominazione ufficiale: Tar Piemonte


Indirizzo postale: Corso Stati Uniti n. 45 – Città: Torino – Codice postale: 10129 – Telefono: 011-5576458/5576411; telefax: 011-5612482/539265; indirizzo di posta elettronica: seggen.to@giustizia-amministrativa.it


 


VI.2) Presentazione di ricorso:


Ricorso giudiziale: entro 30 giorni da conoscenza atto


 


VI.3) Organismo responsabile delle procedure di mediazione:


Denominazione ufficiale: Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici (art. 6, comma 7, lettera n, d. lgs. N. 163/2006). Indirizzo postale: via di Ripetta, 246 – Città: Roma – codice postale: 00186 – telefono: 06-367231 – indirizzo internet: www.autoritalavoripubblici.it


 


DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO: 13/07/2010


 


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO


Nasari Alessandra

bandobarge.doc
capitolato.doc
Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.