stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Barge
Stai navigando in : Le News
Venerdì 10 e domenica 12 maggio due importanti giornate a Barge

Un convegno su Leonardo scienziato e l’inaugurazione dei lavori di recupero sentieristico e del restauro degli affreschi della Certosa di Mombracco, con la presentazione di due guide dedicate al Mombracco, di un profumo e di una vigna ispirati a Leonardo.

Venerdì 10 maggio 2019 dalle ore 15 si svolge nel Salone Multimediale Ludovico Geymonat di Barge la giornata di studio "Leonardo Da Vinci scienziato, filosofo ed artista. Le radici dell’umanesimo scientifico".
Il programma prevede quattro interventi: "Leonardo scienziato e filosofo" a cura di Fabio Minazzi dell’Università degli Studi dell’Insubria, "Leonardo Da Vinci e gli strumenti tra arte e scienza" a cura di Sara Taglialagamba e Gino Tarozzi dell’Università di Urbino Carlo Bo, "Leonardo artista e scienziato" a cura di Rolando Bellini dell’Accademia di Brera di Milano e "Sull’ermeneutica leonardiana" a cura di Marco Marinacci dell’Università Telematica "E. Campus".

Ricco il programma di domenica 12 maggio, giornata durante la quale la vera protagonista sarà la Certosa di Mombracco dove si svolgeranno numerosi appuntamenti già a partire dal mattino.
Alle ore 10 sono previste l’inaugurazione dei lavori di recupero dei sentieri dell’Anello di Leonardo, alla quale prenderà parte anche il campione olimpico di marcia Maurizio Damilano, e la presentazione della nuova guida "Le vie del Mombracco. La montagna di Leonardo" di Mattia Bianco e Cristian Mustazzu e del primo volume della collana per l’infanzia "Le avventure di Trek & Bike" dal titolo "Trek & Bike e la Montagna di Leonardo". Entrambe le pubblicazioni sono in uscita presso Fusta editore di Saluzzo.

Dopo un rinfresco offerto alle ore 13 dalla "Locanda della Trappa", il programma prosegue alle ore 15 con la presentazione del profumo "Leonardo" di Carmelina Novembre e alle ore 16 con l’inaugurazione ufficiale del restauro degli affreschi della Certosa di Mombracco e della Sala Capitolare. La giornata si chiude alle ore 17 con la presentazione della Vigna di Leonardo, creata dall’Azienda Agricola L’autin di Barge.


Per chi desidera abbinare la partecipazione a questi appuntamenti a un’escursione guidata, gli accompagnatori naturalistici di Vesulus e le guide turistiche di GAIA propongono La montagna sacra, un’escursione con partenza da Barge alle ore 9. L’itinerario si sviluppa su sentiero e strada sterrata in direzione della località La Trappa di Montebracco. Nel pomeriggio visita al convento di San Giacomo con guida turistica, in concomitanza con l'inaugurazione del restauro affreschi.

Gli appuntamenti fanno parte del calendario che il Comune di Barge ha organizzato per ricordare Leonardo Da Vinci a cinquecento anni dalla morte, con il sostegno della Regione Piemonte e in qualità di Capofila della Convenzione tra i Sei comuni del Mombracco, che comprende anche Envie, Paesana, Revello, Rifredddo e Sanfront. Il calendario è inserito nel programma di iniziative "Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro", coordinato dalla Città di Torino per celebrare i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci. 

Il programma degli eventi leonardiani prosegue mercoledì 15 maggio con Leonardo il genio universale, corso di formazione e aggiornamento per insegnanti. Si ricorda inoltre che presso l’Ex Officina Ferroviaria di Barge è in corso da domenica 5 maggio la mostra "Leonardo homo sine tempore. Le macchine di Leonardo", che sarà visitabile fino al 3 luglio dalle ore 10 alle ore 19 nei fine settimana, su prenotazione in altre date e orari (tel. 349.6275879)
L’ingresso è a pagamento: intero € 5, ridotto under 18 e over 65 € 2,50, gratuito Abbonamento Musei.

Per saperne di più
Inaugurazione lavori di recupero dei sentieri dell’"Anello di Leonardo"

Solo da qualche anno a questa parte si considera il Monte Bracco sotto una luce nuova, che ha fatto emergere la sua vocazione turistica, culturale, escursionistico-sportiva e, più in generale, paesaggistica. Calata drasticamente l’attività estrattiva, fino a poco tempo l’interesse maggiore che l’uomo nutriva nei confronti di questo massiccio, il Monte Bracco merita una riscoperta puntuale delle sue numerose prerogative e unicità, in grado di favorire nuove opportunità di sviluppo territoriale, anche dal punto socio-economico.
In quest’ottica si è provveduto a recuperare la rete sentieristica esistente e che percorre a mezza costa l’intero perimetro della montagna, retaggio di antichi percorsi rurali di cui già in precedenza era stato intrapreso un allestimento in funzione turistica, attivando una serie di percorsi tematici finalizzati alla costituzione di una vera e propria rete escursionistica. Per rendere più completa ed appagante la fruizione dei sentieri, si è inoltre realizzato un anello di collegamento, posto a quota 900 m s.l.m. 
I lavori hanno ridato la piena accessibilità ai percorsi, sotto due aspetti: sotto il profilo della sicurezza, è stato effettuato il ripristino dei tracciati e del piano di calpestio, con particolare attenzione ad alcuni passaggi esposti; sotto il profilo della comunicazione sono state riqualificate bacheche e segnaletica in generale, sostituendo la preesistente con nuovi cartelli indicatori.
Dal momento che oggi sempre più escursionisti sono dotati di strumenti di orientamento digitale, sempre più integrati con gli smartphone, i percorsi sul Monte Bracco saranno consultabili anche attraverso un’apposita web map attraverso la quale si potrà avere accesso a puntuali informazioni escursionistiche quali distanze, altimetrie, descrizione, particolarità varie e modalità preferenziali di percorrenza (trekking o mountain-bike). La web map consentirà inoltre la geolocalizzazione del turista mediante il proprio smartphone, favorendo l’orientamento. Completa le informazioni a disposizione su questo potente strumento informativo digitale la documentazione integrata delle emergenze culturali, ambientali, naturalistiche, storiche, architettoniche, socio-economiche della zona che si sta visitando.
Valore aggiunto della rete sentieristica è l’individuazione e la realizzazione di punti belvedere realizzati su alcuni degli affacci più significativi del Monte Bracco, allestiti per la valorizzazione delle "componenti percettivo-identitarie" del territorio, così come evidenziate dal recente Piano Paesaggistico Regionale approvato dalla Regione Piemonte nell’ottobre del 2017.
Sono quattro i punti di belvedere allestiti:
locanda la "Trappa", sul territorio del Comune di Envie; quota 923m.
località "Croce di Envie", sul territorio del Comune di Envie; quota 1.307m.
località "Croce di Sanfront", sul territorio del Comune di Sanfront; quota 1.195m.
località "Pian Martino", sul territorio del Comune di Barge; quota 1.200m.
L’obiettivo è valorizzare l’area, riportare alla fruizione beni paesaggistici, culturali, ambientali e architettonici e stimolare attività di escursionismo culturale compatibile. Si intende inoltre elaborare una strategia concertata tra le diverse componenti socio-economiche e produttive del territorio, a carattere sovracomunale, per l’ottimizzazione e la pianificazione integrata della iniziative e delle attività economiche e produttive del Monte Bracco.

Guida "Le vie del Mombracco. La montagna di Leonardo"
16 itinerari a piedi e in mountain bike con lo sguardo sul Monviso, il Re delle Alpi Cozie, alla scoperta di un monte ricco di storia e di misteri. In una straordinaria varietà di ambienti, il Mombracco ci regala i pascoli pianeggianti in cui lo sguardo è libero di vagare all’orizzonte, i sentieri che serpeggiano nel folto dei boschi, gole e pareti rocciose dal sapore di wilderness, e le tracce di un passato agricolo che a ogni angolo raccontano la storia unica del rapporto tra l’uomo e una natura selvaggia. 
Con prefazione dell’Arch. Paolo Pejrone, che abita sul Mombracco, la guida è nata con lo scopo di valorizzare tutte le eccellenze del territorio, coniugandone le valenze naturalistiche, storiche e culturali, attraverso un progetto integrato, che ha un suo focus centrale nel legame con la figura di Leonardo.

"Trek & Bike e la Montagna di Leonardo"
Trek e Bike, 7 anni, amici da sempre. Amano fare attività all'aperto e osservare la natura in compagnia della cagnolina Pinza. Un giorno, durante una scarpinata sui sentieri del Mombracco incontrano un bimbo dalla parlata particolare, i suoi vestiti sono d’altri tempi, il suo nome è Leonardo.
Il bambino è alla ricerca della pietra "senza macule" (la quarzite) e subito scatta il patto con Trek e Bike. Loro lo guideranno alla ricerca della pietra bianca e in cambio Leo li aiuterà a costruire un serpente volante.
E inizia l’avventura sulla montagna misteriosa. . ..la montagna di Leonardo,

Il profumo "Leonardo"
Carmelina Guastamacchia Novembre è "un naso", cioè una creatrice di profumi in collaborazione con le figlie, le sorelle Idia e Giusi Novembre. 
Creando un profumo dedicato a Leonardo da Vinci ha voluto ispirarsi al cibo amato dal genio rinascimentale che amava mescolare dolce  e salato; al tempo stesso l’essenza si ispira alla madre Leonarda, una donna forte come lo fu la madre di Leonardo, Caterina. 
È nato così un profumo particolare che unisce il maschile con il femminile, che avrà come madrina Paola Casagrande Direttore Regionale del Settore Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport, mentre la psicologa Paola Sacco, psicologa psicoterapeuta, ne illustrerà l'aspetto emozionale.

Inaugurazione restauro affreschi della Certosa di Mombracco e della sala capitolare
Inaugurazione dei lavori di recupero artistico della chiesa sulla Montagna di Leonardo fra Barge ed Envie, realizzati in epoca rinascimentale e della sala capitolare della Certosa.

Comune di Barge - Piazza Garibaldi, 11 - 12032 Barge (CN)
  Tel: 0175 347601 / 0175 347611   Fax: 0175 343623
  Codice Fiscale: 00398040048   Partita IVA: 00398040048
  P.E.C.: barge@pec.comune.barge.cn.it   Email: barge@comune.barge.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.